I 10 metodi sicuri per guadagnare la Prima pagina su Booking

Come raggiungere la prima posizione su Booking

Oggi parliamo di un tema caldo, anzi caldissimo: la dipendenza da Booking  e come usarlo al meglio.

Tu come la vedi? Pensi che sia un intermediario troppo potente che vive sulle spalle dei fornitori di camere oppure credi che svolga un ruolo importante come “Motore di Ricerca per Hotel“, sempre più utilizzato dai tuoi Clienti?

E ancora: è importante stare nelle prime posizioni oppure pensi sia prioritario risparmiare sulle commissioni?

Se queste domande ti frullano nella mente e non ti sei già dato da solo una risposta, sono sicuro questo articolo ti aiuterà a muoverti meglio oppure a rivalutare la tua strategia.

Scopri i primi 10 metodi che ti permettono di diventare importante per Booking e che ti consentono di scalare posizioni nelle sue liste per mostrare il tuo hotel prima dei tuoi concorrenti locali.

 

1.   Programma Preferiti

Le strutture aderenti al programma “Preferiti” si garantiscono le prime posizioni in classifica e sono segnalate dall’icona di una manina col pollice alzato. Per accedere all’Olimpo dei “Preferiti”, però, bisogna riconoscere una percentuale di commissione più alta (varia da destinazione a destinazione: ad esempio, chi ha ancora la fortuna di averla al 15% dovrà considerare almeno il 18%) e, in alcuni casi, anche un contingente (circa il 10% del totale della disponibilità) di camere in allotment. Solo a un 30% delle strutture ricettive di una destinazione è concesso l’accesso al programma ed è inutile dire che sarà interesse di Booking dare priorità agli hotel più performanti in termini di fatturato. 

 

2.   Overcommission

Per scalare il posizionamento in maniera temporanea e finire subito nella lista degli hotel “Preferiti”, puoi offrire a Booking una percentuale di commissione extra, fino al 40% sulla tua tariffa di vendita. In maniera del tutto autonoma, attraverso il tuo extranet, hai la possibilità di aumentare la percentuale, anche solo per alcune date. Se elabori una strategia molto precisa e attenta, potresti, ad esempio, aumentare la tua visibilità su date con scarsa domanda. Questa operazione ti consentirà immediatamente di “bruciare” anche centinaia di posizioni sul ranking e “schizzare” alla velocità della luce verso le prime. Non ci credi? Provare per credere!

 

3.   Incidenza delle Cancellazioni

Se stai pensando di utilizzare Booking attirando i tuoi clienti per, successivamente, chiedere loro di cancellare le prenotazioni e riprenotare direttamente con te senza intermediari, sappi che l’OTA per eccellenza ha pensato a come tutelarsi: uno dei fattori di posizionamento dell’algoritmo è, appunto, il tasso di cancellazione. Più alta sarà la tua percentuale di cancellazione, più la tua struttura tenderà a perdere posizioni.

 

4.   Reputazione

Altro aspetto fondamentale per ottenere un buon posizionamento è il punteggio dei tuoi ospiti. Più le tue recensioni saranno vicine al 10, più tenderai a guadagnare posizioni. Non si tratta di discriminazione, ma solo di interessi economici. La spiegazione è semplice: Booking tenderà a dare più visibilità alle strutture più performanti, perché queste ultime garantiscono un fatturato maggiore in termini di commissioni. Che senso avrebbe, d’altronde, mettere in mostra hotel con una bassa reputazione, sapendo già che i clienti prenoteranno le loro camere con fatica e forse solo a tariffe molto basse?

 

5.   Tasso di Conversione

Collegandoci al punto 4 e per le stesse ragioni, un altro indicatore fondamentale per scalare le posizioni è il tasso di conversione, ovvero il rapporto visite/prenotazioni. Se, ad esempio, la tua struttura è molto cliccata, ma poco prenotata, tenderai a perdere posizioni. Se così fosse (le statistiche sul tuo extranet possono aiutarti), probabilmente dovrai intervenire sulla qualità delle tue foto o rivedere le tue tariffe di vendita rapportandole ai tuoi competitor. Collegandoci, invece, al punto 2 (“Overcommission”), ti suggerisco di non aumentare le tue commissioni se il tuo tasso di conversione è basso. Il rischio, infatti, è che tu possa posizionarti subito molto in alto con una commissione elevata ma, se i tuoi visitatori non prenoteranno, riprenderai a scendere, ma questa volta con un’overcommission da sostenere.

 

6.   Foto in Alta Risoluzione

Molto importante è la qualità e il numero di foto che hai pubblicato sulla tua pagina. Se ci fai caso, il tuo extranet ti informa in merito alla completezza delle informazioni che hai inserito, spronandoti ad aggiungere quante più foto ad alta risoluzione possibile, complete di tag. I tag, infatti, serviranno a identificare la tipologia di immagine: hall, area esterna, camera, servizi, bagno… Ma perché Booking dovrebbe utilizzare questo aspetto come parametro per il posizionamento? Semplice! Per due ragioni:

  • se le tue immagini sono di qualità, il cliente è più invogliato a prenotare e, di conseguenza, Booking sarà più propenso a darti visibilità.
  • Uno degli aspetti che ha reso Booking un’OTA leader è stata la sua capacità di posizionarsi in maniera eccellente sui motori di ricerca. Inserire un numero importante di immagini ad alta risoluzione consente di alimentare costantemente il proprio posizionamento. Pensa a Google: cos’è se non un enorme contenitore virtuale di testi, dati e immagini, in grado di trovare risultati attraverso algoritmi ben precisi che danno priorità alla qualità?

 

7.   Alti Fatturati

Scontata, ma da non sottovalutare, è la consistenza del fatturato che un hotel genera attraverso il canale Booking. Se il tuo hotel ha un tasso di conversione altissimo, uno di cancellazione molto basso, percentuali di commissione più alte della media, foto ad alta risoluzione, un ottimo punteggio delle recensioni, ma soltanto 10 camere, difficilmente riuscirai a competere con una struttura di 100 camere. Il perché è banale: per quanto le tue prestazioni possano essere elevate, per un discorso di quantità di commissioni non potrai tener testa ad un hotel che contribuisce a riempire il conto corrente di Booking, mensilmente, in maniera molto più consistente.

 

8.   Pagamenti svizzeri (Puntualità)

Anche la puntualità nei pagamenti delle commissioni risulta essere un aspetto fondamentale per il tuo posizionamento. Generalmente, il contratto con Booking prevede il pagamento delle commissioni attraverso addebito bancario. Questo significa che dovrai fare in modo di avere, sul tuo conto corrente, l’importo necessario a coprire le commissioni nel momento in cui Booking richiederà la transazione. Se così non dovesse essere, oltre ad iniziare a perdere posizioni nel ranking, rischi la cancellazione dal portale! Per riottenere la pubblicazione, Booking potrebbe chiederti un deposito a garanzia pari alla somma delle 3 fatture a importo più alto che hai versato fino a quel momento.

 

9.   Disponibilità Camere

Maggiore sarà la disponibilità di camere in vendita su Booking, maggiore sarà la visibilità che raggiungerai. Molto spesso si tende a mettere in vendita, sui canali intermediati, un contingente di camere ridotto rispetto a quella che è la reale disponibilità. Questo perché si spera che i clienti acquistino, senza intermediazione, almeno la restante parte del contingente. Per date con fortissima domanda, abitudine di alcuni hotel è quella di chiudere completamente la disponibilità online e vendere tutte le proprie camere direttamente. Questa metodologia ti porterà a perdere posizioni, come anche quella, molto più diffusa, di caricare la tua disponibilità (di camere e tariffaria) solo nel mese di dicembre. Sì, perché in pochi aggiornano la propria disponibilità con 12 mesi di anticipo, ma la tendenza è quella di caricarla a fine anno per tutto l’anno successivo.

 

10. Offerta del Giorno

Se vuoi scalare immediatamente la classifica, questa potrebbe essere una buona soluzione: creare una “Offerta del Giorno”, per una data particolare e con una scadenza (per esempio prenotabile fino a 48 ore prima del giorno di arrivo). Ti costerà “solo” un 40% di sconto sulla tua tariffa di vendita! Booking, infatti, dà massima visibilità alle strutture che pubblicano questo tipo di promozione e l’aspetto interessante è che l’offerta può riguardare una o più tipologie di camera. Inutile dirti che sei sempre tu a decidere su quale base applicare il 40% di sconto. Pertanto, se vorrai pubblicare una tariffa di € 60,00, al netto dello sconto, ti basterà caricare un prezzo di € 100,00.

 

Ecco questi sono i 10 metodi più noti, senza dimenticarci della Best Rate, cioè chi garantisce loro le migliori tariffe online viene premiato perché rispetta la loro promessa principale della miglior tariffa online, come pubblicizzano anche in TV.

Ci siamo confrontati con un nostro cliente che ha un importante hotel a Roma che supera i 4 milioni di Euro di vendite dirette dal suo sito web ufficiale. Lui, che ha compreso perfettamente le logiche viste sopra (e non solo), ci ha confessato un segreto:

“spesso devo dare qualche vantaggio a Booking perché se vendo troppo direttamente, perdo il ranking nelle loro pagine e questo si ripercuote anche sui nostri canali diretti che sono quelli che ci interessano di più.”

Questo per dire quanto è importante saper gestire il gigante invece che subirlo passivamente.

Di fatto non esiste un hotel che possa ignorarlo, ma ne esistono tanti che non possono più farne a meno perché lo hanno delegato totalmente a vendere tutte le loro camere e questo può essere assai rischioso.

Fortunatamente, se ne conosci le sue regole e se le interpreti in maniera giusta, puoi usarlo a tuo favore per ottenere una visibilità e un’esposizione per il tuo Hotel che da solo non potresti mai raggiungere.

Se poi il tuo problema sono le troppe commissioni che paghi ogni mese, io credo che l’unico modo per abbassarle è imparare a usare le OTA per dirottare i potenziali clienti sul tuo sito web e lì esser bravi a persuaderli a prenotare senza farli tornare indietro.

 

 

All The Best Direct (e non solo Direct)

Duccio Innocenti

Pubblicato in Blog, Opinioni Taggato con: , ,

Rimani aggiornato

* indicates required
È Semplice!
Contattaci per ricevere subito la tua demo gratuita di Simple Booking.
© 2004 - 2015 QNT S.r.l. a Socio Unico - Tutti i diritti riservati Sede legale: Via Lucca,52 - 50142 - Firenze - C.F. & P.IVA: 02333620488 - N.Rea FI-52 2110. Capitale Sociale € 19.000 i.v.
Privacy Policy - Cookie Policy