Vendi di più con landing page che convertono davvero

Non c’è niente di più frustrante di spendere tempo, denaro e risorse per creare una campagna di marketing e accorgerti che non converte. Che sia la vendita di voucher spa, la generazione di lead per la prossima stagione di conferenze in hotel o una “semplice” campagna per le prenotazioni dirette, non sempre avere il prodotto giusto è sufficiente per portare a casa risultati.

Anzi, è solo l’inizio.

Se la qualità dell’offerta è buona e le inserzioni a pagamento puntano verso il giusto target, probabilmente il problema è causato dalla scarsa ottimizzazione della landing page. Puoi vendere le tue camere a sette euro, ma se il messaggio è soffocato da troppo rumore di fondo non ne piazzerai neppure una.

Le landing page rimangono tuttora centrali in ogni campagna di marketing che abbia come obiettivo la conversione di traffico a pagamento in clienti, perciò se vuoi convertire con le tue migliori offerte devi imparare a costruirle (o pretendere venga fatto per te!).

Una landing page si riconosce perché in genere non contiene link esterni, come nemmeno un menù di navigazione del sito, in modo da non sovraccaricare il visitatore con troppe informazioni superflue, possono avere una grafica completamente diversa per rimanere coerente con le creatività delle inserzioni e contengono solo il messaggio rilevante alla campagna di conversione.

Una landing page è importante perché ti permette di portare l’utente esattamente dove vuoi, quando vuoi e come vuoi.

 

  1. Parti da zero

Non creare semplicemente una nuova pagina sul tuo sito ufficiale, perché faticherà a convertire. La landing page è costruita con un solo obiettivo, la conversione, perciò qualsiasi elemento presente al suo interno che non aiuti in questo compito è superfluo e va eliminato.

Per esempio è buona pratica eliminare il menù di navigazione, in modo che gli utenti siano concentrati sul contenuto che gli proponi e abbiano chiara l’azione che richiedi loro di fare. Se per caso la tua campagna vuoi settare anche una conversione secondaria (come lasciare l’email invece di prenotare direttamente), il potenziale cliente deve avere chiaro quale delle due azioni sia più importante.

 

  1. La prima impressione è quella che conta

Si potrebbe scrivere mille articoli soltanto sul titolo di una pagina, perché una buona apertura può trasformare una campagna mediocre in un vero successo. Del resto 8 persone su 10 leggono in media il titolo appena atterrati mentre solo 2 su 10 si soffermano sul resto del testo.

Un titolo ben scritto può aumentare le conversioni anche del 40%, quindi non avere fretta di passare alla fase successiva fin quando non sei certo di aver trovato un testo conciso, chiaro e seducente per aprire la tua pagina.

Fatti aiutare nella scelta dai tuoi stessi clienti: costruisci una campagna pensata per uno o due dei tuoi target e cerca nel titolo usare parole e concetti che hanno particolare risonanza con loro.

E se non sai bene cosa potrebbero volere… chiedilo! Non c’è niente di meglio di un bel questionario, anche informale, per costruire un messaggio che davvero funziona.

 

  1. Rimani coerente fra i vari canali

Ricorda che i tuoi clienti raggiungono la landing page da un’inserzione a pagamento, perciò è importante che il design e il messaggio fra le due parti sia pressoché identico.

Una forte corrispondenza fra pagina e annuncio aumenta la possibilità di portare prenotazioni dirette perché rassicura le persone di essere arrivate nel posto giusto.

 

  1. L’occhio vuole la sua parte

L’Hero Shot è la rappresentazione visiva dell’offerta che stai promuovendo e ne dovrebbe rappresentare le peculiarità o perlomeno le sensazioni che dovrebbe suscitare. Un Hero Shot si compone generalmente di immagini o video di altà qualità che mostrano i benefici e il contesto di utilizzo del prodotto.

Se puoi, ti consiglio di usare i video, perché possono aumentare la percentuale di conversione fino all’80%.

L’Hero Shot deve essere sempre “Above the Fold”, cioè deve essere pienamente visibile dall’utente senza scorrere la pagina verso il basso.

 

  1. I benefici al centro

Le persone acquistano, anche impulsivamente, solo prodotti che possono risolvere un problema o esaudire un loro desiderio.  Per questo motivo è importante costruire la landing page con i benefici per il cliente al centro dell’esperienza.

Un modo per assicurarsi di farlo correttamente e utilizzare il test “E quindi?”: leggi ogni frase od ogni caratteristica del tuo hotel presente nella landing page e chiediti: “E quindi?”.

Supponiamo che la tua landing page contenga queste due affermazioni:

  • Animazione per bambini
  • Vicino al mare

Certo, sono due benefici anche così, ma sono astratti e non passerebbero il test “E quindi?”. Devi essere tu a trasformare l’astrazione in un beneficio reale e tangibile.

Ecco come possiamo trasformarli per passare il test:

  • I tuoi figli saranno nelle mani di animatori esperti mentre tu potrai finalmente rilassarti con la tua dolce metà.
  • Avrai la spiaggia proprio fuori dalla finestra.

Se conosci i tuoi clienti (e dovresti conoscerli) è semplice: chiediti cosa vogliono i tuoi ospiti, come puoi farli contenti e il gioco è fatto!

 

  1. La riprova sociale

Una delle sei euristiche della psicologia sociale della persuasione di Robert Cialdini, la riprova sociale è uno degli strumenti più potenti di marketing che possediamo. La riprova sociale parte dal presupposto che le persone, in media, tendono a ritenere maggiormente validi i comportamenti o le scelte che vengono effettuati da un elevato numero di persone.

È, in fondo, la base della moda.

La riprova sociale funziona benissimo anche nelle landing page, specialmente quando mostri agli utenti quanto tu sia riuscito a rendere felici i tuoi ospiti.

Recensioni e testimonial sono modi efficiaci per utilizzare la riprova sociale, come ha dimostrato uno studio di BrightLocal:

  • l’88% dei consumatori legge recensioni per giudicare un’impresa
  • il 72% dei consumatori agisce dopo aver letto recensioni positive
  • l’88% dei consumatori ha la stessa fiducia per le recensioni online delle raccomandazioni personali

Per ottenere recensioni per la tua landing page, inizia chiedendo nella mail post-stay agli ospiti di inviarti una recensione, oppure cercando le migliori su TripAdvisor, Facebook oppure Google. Se puoi addirittura aggiungere un volto alle recensioni, poi, sarebbe a dir poco grandioso!

Non dimenticarti che funzionano perfettamente come riprova sociale anche gli eventuali Award vinti, così come i riconoscimenti per l’alto punteggio di TripAdvisor o Booking.

 

  1. Call to Action

La Call to Action (o CTA) è la parte che può trasformare una semplice pagina HTML in una macchina di prenotazioni. Allo stesso tempo, una CTA debole tramuta tanto traffico a pagamento in una brutta occasione persa (insieme a tanti soldi scialacquati).

Ci sono quattro aspetti che vanno valutati quando si prepara una CTA per la propria landing page.

  • Testo: l’invito all’azione è chiaro? Crea un senso di urgenza? È conciso? Comunica valore?
  • Posizione: Si trova above-the-fold? È in una posizione in cui l’occhio dell’utente casca più facilmente?
  • Dimensione: È facile da trovare? È troppo grande e distrae? Si identifica subito come un bottone CTA? In modalità mobile rimane usabile?
  • Colore: Il tuo bottone risalta nel resto della pagina? C’è abbastanza spazio vuoto intorno? Hai testato quale colore funziona meglio?

Sembra sciocco testare elementi come il colore, eppure ogni target reagisce in maniera differente, e un bottone verde piuttosto che blu potrebbe portare in dote due o tre punti percentuali al tasso di conversione.

Il tuo invito all’azione è probabilmente la parte più importante della tua pagina di destinazione. Stai spendendo soldi per una campagna di marketing che spinge il traffico ma non converte? Rivedi il tuo invito all’azione usando questi 4 punti.

 

  1. Aggiungi Urgenza e Scarsità

Non c’è niente che faccia cliccare un tasto CTA come un’offerta limitata in quantità o nel tempo. Quando ci rendiamo conto che rischiamo di perderci un’occasione, generalmente la vogliamo di più.

Si possono inserire sia segnali di Urgenza sia di Scarsità: nel primo caso possiamo aggiungere un timer o una data specifica per la conclusione dell’offerta, mentre per la scarsità il numero (basso) di clienti che potranno ancora usufruire dell’offerta oppure il numero (basso) di camere ancora disponibili.

Del resto Booking mostra a caratteri cubitali quante camere sono ancora disponibili e quanti stanno pensando in quel momento a prenotare; pensi sia un caso?

 

  1. Testare, Testare e ancora Testare

Una volta creata la tua pagina, hai ancora un lungo lavoro di fronte a te: testare i risultati. Così saprai cosa funziona e cosa non funziona per il tuo hotel e potrai tirare fuori il massimo dalle tue pagine di atterraggio. Questo perché nessuno ha una formula perfetta e universale per una landing page che converte (e diffidate di chi vi dice il contrario!); ogni clientela risponde a testi, immagini e concetti in maniera completamente differente.

Provare con A/B test (o split test) mettendo in competizione due pagine di atterraggio è in genere il metodo migliore per assicurarsi la migliore conversione.

Gli elementi su cui effettuare test sono:

  • il titolo principale;
  • il testo della Call To Action;
  • l’Hero Shot, provando variazioni della foto o video principale
  • il design del pulsante
  • il colore del pulsante
  • la lunghezza del form d’iscrizione nel caso di una campagna di lead generation
  • un copy lungo e un copy corto (in genere il copy più è conciso e meglio converte, ma alcuni prodotti sono così costosi o complessi che richiedono una lunga esposizione).

Esistono software come Hotjar che ti aiutano a capire come si approcciano gli utenti alle tue pagine in maniera empirica, mostrandoti letteralmente video delle loro esperienze di navigazione.

 

Conclusione

Scegliere il giusto budget, trovare il pubblico adatto e creare una campagna di inserzioni visivamente efficace non basta se i clienti si disperdono sul sito ufficiale o su una landing page generica.

Lavora sulle landing page e non potrai che riceverne benefici in pochissimo tempo. Nel caso tu non voglia perdere tempo e preferisci lasciar lavorare mani esperte sulle tue landing, contattaci subito!

Pubblicato in Guide Taggato con: , ,

Rimani aggiornato

* indicates required
È Semplice!
Contattaci per ricevere subito la tua demo gratuita di Simple Booking.
© 2004 - 2015 QNT S.r.l. a Socio Unico - Tutti i diritti riservati Sede legale: Via Lucca,52 - 50142 - Firenze - C.F. & P.IVA: 02333620488 - N.Rea FI-52 2110. Capitale Sociale € 19.000 i.v.
Privacy Policy - Cookie Policy