PayPal e il futuro delle prenotazioni online in Italia

Intervista a PayPal sulle prenotazioni degli hotel

Sono passati poco più di sei mesi dall’accordo di partnership stretto con PayPal per il mercato italiano e i frutti, per i nostri clienti che hanno aderito all’offerta, sono già maturati. Siamo soddisfatti dall’aumento di prenotazioni dirette legate al sistema di pagamento, come credo lo siano tutti gli albergatori che stanno usando PayPal con successo.

Per festeggiare questi primi risultati, abbiamo deciso di fare una chiacchierata con i ragazzi di PayPal Italia, per chieder loro un’opinione sullo stato del commercio digitale nel nostro Paese (e non solo).

 

Su Simple Booking abbiamo notato una crescita notevole delle prenotazioni via mobile nel 2017. Vale lo stesso per PayPal?

I dati ufficiali a giugno 2017 sul mobile sono molto significativi in termini di valore e crescita: il 34% dei pagamenti totali PayPal proviene dal canale mobile, che ha avuto una crescita del 50% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

 

Quali sono per PayPal i motivi dietro all’aumento degli acquisti via mobile?

Probabilmente dipende dal ruolo sempre più pervasivo degli smartphone nel quotidiano e da una progressiva crescita di fiducia nel consumatore, grazie anche ai livelli di sicurezza garantiti da operatori come PayPal.

 

Raggiungere la clientela internazionale è fondamentale per gli hotel indipendenti italiani. PayPal ha qualche specifico punto di forza nel commercio transfrontaliero?

Crediamo che le garanzie dei programmi di protezione sia per il merchant sia per il consumatore, assieme a una storia quasi ventennale nei pagamenti online e alla semplicità d’uso della piattaforma, possano essere tutti solidi elementi per conquistare la fiducia degli utenti PayPal.

 

Ci piace spesso giocare a immaginare il futuro dell’ospitalità in Italia. Come cambierà per PayPal il processo di prenotazione fra qualche anno?

Più che cambiare i processi di prenotazione, preferiamo immaginare il cambiamento del settore ospitalità e del consumatore stesso. Al di là della tecnologia e dei vantaggi in termini di immediatezza e semplicità d’uso delle piattaforme di prenotazione, la vera chiave del cambiamento sarà in un’utenza finalmente consapevole dei vantaggi del digitale, sempre più propensa a proporre (nel caso del merchant) e scegliere (nel caso dell’utente) in base a un’offerta ritagliata sulle esigenze del singolo, e – non ultimo –  capace di agire e sfruttare tutte le potenzialità di un mondo in cui il denaro avrà cambiato forma.

 

Vi giriamo una domanda che ci è stata fatta più di una volta da hotelier in giro per l’Italia: “PayPal ha costi maggiori rispetto ad altri sistemi di pagamento online. Le commissioni delle OTA sono già pesanti, perché dovremmo pagare tanto anche nelle prenotazioni dirette?

I costi di PayPal variano in base alle tipologie di servizi erogati (a questo link il dettaglio dei costi), sono sempre trasparenti e proporzionati ai livelli qualitativi del servizio e delle garanzie offerte, considerando anche la complessità della gestione del denaro in rete. Detto questo, nella valutazione generale di un metodo di pagamento verso un altro, è importante considerare anche i costi nascosti che molte volte si celano dietro uno scarso livello di sicurezza, o l’abbandono del carrello per una mancata vendita.

 

Quest’anno avete promosso un’iniziativa legata alla Protezione Viaggi, una polizza che copre gli annullamenti di un viaggio quando non rimborsabili. Come funziona di preciso?

Si tratta in realtà di un rinnovo del servizio ad un anno dall’introduzione della copertura “Protezione Annullamento Viaggio”. Il servizio è stato rilanciato insieme ai partner AON ed Europ Assistance, in qualità, rispettivamente, di intermediario e di assicuratore.  La Protezione Annullamento Viaggio prevede una sottoscrizione base gratuita che consente all’utente di richiedere un rimborso all’anno, per un importo non superiore a 300 euro (contro i 270 euro della copertura precedente), per coprire una parte del costo nel caso l’utente sia costretto a rinunciare al viaggio a seguito di circostanze impreviste.

 

Qual effetto può avere la Protezione Viaggi sugli hotel indipendenti che offrono PayPal come metodo di pagamento?

Protezione viaggi riguarda l’utente finale. Per i merchant italiani che utilizzano PayPal per le loro vendite, esiste uno specifico programma recentemente ampliato da PayPal, il Programma Protezione Vendite, che in precedenza si applicava solamente ai beni materiali. Dallo scorso maggio la protezione copre anche i viaggi, fra cui appunto gli alberghi.

Il programma si propone di aiutare i venditori in caso di pagamenti non autorizzati,  ad esempio, provenienti da un conto violato ad insaputa del titolare, oppure nel caso in cui l’acquirente affermi di non aver ricevuto l’articolo acquistato; in entrambi casi il Programma Protezione Vendite PayPal può coprire i venditori per l’intero importo del pagamento, sulle vendite che soddisfano i requisiti per beneficiare della protezione, come specificato nelle Condizioni d’Uso PayPal.

L’ampliamento del Programma Protezione Vendite di PayPal è stata presa per dare agli utenti la possibilità di vendere online un numero sempre maggiore di prodotti e servizi in sicurezza. Sapere di poter essere tutelati nel caso in cui le cose non vadano per il verso giusto, dovrebbe essere l’elemento fondante di una buona esperienza di vendita online.

 

Perché avete scelto Simple Booking come partner ufficiale?

Più di 2000 hotel hanno scelto Simple Booking in Italia, posizionandolo tra i top booking engine per semplicità, interattività ed efficienza. La scelta di PayPal è stata dunque guidata anche da questi importanti aspetti, oltre che dalla spinta all’innovazione che Simple Booking continua a trasferire ai propri hotel clienti. Inoltre la partnership con PayPal è finalizzata a migliorare la user experience nel momento critico del checkout.

Pubblicato in Interviste Taggato con: , ,

Rimani aggiornato

* indicates required
È Semplice!
Contattaci per ricevere subito la tua demo gratuita di Simple Booking.
© 2004 - 2015 QNT S.r.l. a Socio Unico - Tutti i diritti riservati Sede legale: Via Lucca,52 - 50142 - Firenze - C.F. & P.IVA: 02333620488 - N.Rea FI-52 2110. Capitale Sociale € 19.000 i.v.
Privacy Policy - Cookie Policy