5 motivi per cui il sito del tuo hotel non converte

Portare traffico qualificato sul sito ufficiale del tuo hotel è complesso, ma convertirlo in prenotazioni dirette sta diventando sempre più un’opera titanica.

Secondo alcuni analisti, i tassi di conversione di un sito ufficiale d’hotel fluttuano in media fra l’1,7% e il 2%. Superi il 2%? Sei fra i più fortunati, a quanto pare, nonostante il 95% o più del traffico qualificato che hai portato con fatica e sudore sul tuo sito ufficiale abbandonano prima di prenotare.

La buona notizia è che la maggior parte degli utenti che hanno visitato il tuo sito non sono persi per sempre; probabilmente vogliono dare un occhio alle altre vetrine digitali prima di comprare: secondo SaleCycle, fra le maggiori cause di abbandono di una prenotazione appaiono il bisogno di una ricerca aggiuntiva e il desiderio di visitare un comparatore di prezzi prima di chiudere l’acquisto.

Eppure, nonostante le cause dell’abbandono del carrello sono spesso esterne al tuo controllo, puoi fare molto per migliorare il tuo tasso di conversione. Già oggi.

Ci sono 5 probabili motivi per i quali il sito del tuo hotel non converte come potrebbe. Vediamoli e commentiamoli insieme, ti va?

 

1. Rischio-investimento

Prenotare un soggiorno in hotel, specialmente per un periodo superiore a un fine settimana, non è esattamente una scelta che si prende a cuor leggero. Moltissimi ospiti soppesano le proprie opzioni con molta attenzione prima dell’acquisto, perché nessuno vuole spendere più di 500 euro in un soggiorno e poi pentirsene una volta raggiunta la destinazione. Rifletti molto sulle tue politiche di cancellazione e cerca di venire in contro alle paure dei potenziali clienti offrendo condizioni vantaggiose.

 

2. Troppa Scelta

Fra hotel, case in affitto e Bed and Breakfast, un potenziale ospite ha migliaia di opzioni fra cui scegliere nelle maggiori destinazioni del mondo. La tua struttura rischia di diventare rumore di fondo, persa in un turbinio di camere tutte uguali e con gli stessi servizi vendute dalla concorrenza. Differenziarsi rispetto agli altri hotel non è una questione solo di identità, ma di riconoscibilità del marchio.

Controlla di avere una USP (Unique Selling Proposition) che invogli davvero gli utenti a scegliere te e non qualcuno che costa meno di te e offre gli stessi servizi.

 

3. Offerte Inadeguate

Si sottovaluta sempre l’importanza delle offerte sui tassi di conversione di un sito ufficiale, con molti hotel che piazzano la non-ref, uno sconticino del 5% per i soggiorni lunghi e un generico “pacchetto estate/primavera”. Sarebbe come se una grande catena di elettronica di consumo scontasse sempre, tutto l’anno, un frigorifero, un tostapane e una televisione LCD. Tre oggetti per tutto l’anno. Tu saresti invogliato a comprare?

Gli ospiti cercano e si aspettano pacchetti e offerte speciali legate alla stagione, a eventi unici come concerti e fiere oppure per specifiche festività, come per esempio San Valentino.

 

4. Siti Ufficiali Vintage

Si dice sempre che il sito ufficiale di un hotel sia il suo biglietto da visita, ma ritengo sia una sciocchezza. Un biglietto da visita lo vedi, lo metti in tasca e te ne dimentichi. Un sito ufficiale non solo deve essere indimenticabile, ma deve cambiare ed evolversi costantemente, insieme alle abitudini di acquisto dei clienti.

Il tuo sito è più vecchio di tre anni? Metti la tua agenzia web al lavoro su un nuovo sito ufficiale oggi, non aspettare domani. Il tuo sito invece è più giovane di tre anni? Assicurati che sia aggiornato costantemente con nuovi contenuti e che si adegui ai trend del settore. Alcune volte basta un bottone “Prenota Ora!” giallo invece che verde per aumentare il tasso di conversione di mezzo punto percentuale.

 

5. (Troppi) servizi ancillari

A tutti piace parlare del proprio ristorante interno, magari in odor di Stella, oppure della Spa che è l’unica a offrire veri trattamenti ayurvedici nella zona; offrire servizi e strutture di livello è uno dei tanti trucchi per generare revenue aggiuntivo e differenziarsi dalla concorrenza.

Il problema è che probabilmente una parte del traffico ha raggiunto il sito del tuo hotel per il motivo sbagliato, abbassando di conseguenza il tasso di conversione.

Il sito ufficiale dell’hotel deve essere bravo a spiegare sinteticamente tutti i punti di forza della struttura, compresi i servizi ancillari, ma ricorda qual è il suo vero scopo: portare più prenotazioni, portarle più spesso e portarle dirette.

 

 

C’è spazio per aumentare le vendite dirette del tuo hotel, unendo un sito pensato più alla conversione e meno alla vanità, con il giusto booking engine e un marketing mix che ottimizzi la tua visibilità e ti porti traffico davvero interessato alla struttura.

Un aumento anche di un punto percentuale nel tasso di conversione porterà dei risultati straordinari sui tuoi margini, dandoti la tranquillità che meriti. Perché allora non impegnarsi davvero?

Contattaci ora per un check-up completo della tua presenza online e troviamo insieme la migliore strategia per aumentare oggi il tuo tasso di conversione.

Pubblicato in Blog, Opinioni Taggato con: , ,

Rimani aggiornato

* indicates required
È Semplice!
Contattaci per ricevere subito la tua demo gratuita di Simple Booking.
© 2004 - 2015 QNT S.r.l. a Socio Unico - Tutti i diritti riservati Sede legale: Via Lucca,52 - 50142 - Firenze - C.F. & P.IVA: 02333620488 - N.Rea FI-52 2110. Capitale Sociale € 19.000 i.v.
Privacy Policy - Cookie Policy